Dati trapelati accidentalmente mostrano che la popolazione cinese si sta riducendo rapidamente

Yi Fuxian

Dati trapelati accidentalmente mostrano che la popolazione cinese si sta riducendo rapidamente

Yi Fuxian

Poiché la Cina ha sempre massaggiato le sue cifre demografiche e represso chiunque sfidi la linea ufficiale, ci sono dibattiti infiniti sulla vera dimensione e sulla traiettoria di crescita della popolazione del paese. Ma una recente divulgazione accidentale ddii dati aiuta a fare la necessaria chiarezza.

MADISON, WISCONSIN – Yi Fuxian. Anche se tutti sanno che i dati demografici ufficiali della Cina sono sistematicamente sopravvalutati, le autorità cinesi hanno costantemente represso chiunque metta in dubbio i dati diffusi da fonti ufficiali. Ad esempio, il mio libro Big Country with an Empty Nest è stato subito censurato da quando è apparso nel 2007, perché esprimeva preoccupazione per la politica cinese del figlio unico e prevedeva che la popolazione cinese avrebbe iniziato a ridursi nel 2017, non nel 2033-34, come i funzionari cinesi e il World Population Prospects (WPP) delle Nazioni Unite del 2006 avevano previsto.

Nel 2019, ho scritto che la popolazione cinese era già stata superata dall’India nel 2014 e che ha iniziato a diminuire nel 2018 (un anno dopo la mia stima iniziale a causa della politica dei due figli). In risposta, il capo dell’ufficio statistico cinese si è rivolto alla China Central Television per accusarmi di diffondere falsita’ e il People’s Daily Online ha classificato la mia ricerca al terzo posto nella sua “Top Ten Rumors of 2019 in China”.

In questi giorni, l’ONU ha pubblicato il suo WPP 2022, che conclude che la popolazione cinese ha iniziato a diminuire quest’anno (dieci anni prima della sua proiezione del 2019) e che la popolazione indiana supererà quella cinese nel 2023 (sette anni prima delle previsioni del 2019). Eppure, come nelle precedenti revisioni, il WPP sta ancora sopravvalutando i dati sulla popolazione cinese. Il WPP del 2022, l’ufficio statistico cinese e il censimento cinese del 2020 sopravvalutano le nascite del paese dopo il 1990. Mentre il censimento del 2020 e il WPP del 2022 mostrano un picco di natalità a partire dal 2004, l’ufficio di statistica indica il picco nel 2011 e tutti e tre i set di dati hanno all’incirca lo stesso numero di nascite dopo il 2010.

Vale la pena ricordare che la Cina non ha sostituito la sua politica del figlio unico con una politica selettiva dei due figli fino al 2014, prima di emanare una politica universale dei due figli nel 2016. Perché la politica del figlio unico ha alterato irreversibilmente il concetto cinese di fertilità e rimodellato l’economia, non c’è stato baby boom nel 2015, 2017 o negli anni successivi. Cosa dobbiamo dedurre, allora, dei picchi di natalità segnalati nel 2004 e nel 2011?

Nel 2010, la popolazione di età compresa tra 3 e 14 anni era di soli 169 milioni, secondo il registro delle famiglie del 2010, e 176 milioni, secondo il censimento dello stesso anno. Eppure, secondo l’ufficio statistico cinese, ci sono state 210 milioni di nascite nel periodo 1996-2007. Allo stesso modo, il WPP 2022 conta 195 milioni di persone di età compresa tra 15 e 26 anni nel 2022.

Considerato che i tassi di fertilità tendono a diminuire con il miglioramento della condizioni di vita e di istruzione e che Taiwan è circa 15 anni avanti rispetto alla Cina continentale in entrambi i fattori. Mentre Taiwan ha avuto un tasso di fertilità medio di solo 1,6 per il periodo 1989-2004 e 1,08 per il periodo 2005-21, il WPP 2022 mette il tasso di fertilità medio della Cina per il 2004-19 a 1,68. Dovremmo credere che invece di abbassare il tasso di fertilità, la politica del figlio unico lo abbia effettivamente aumentato?

Immagine premium digitale di Project Syndicate

Nei censimenti cinesi del 2000 e del 2010, il suo tasso di fertilità totale era rispettivamente di 1,22 e 1,18 e i suoi tassi di fertilità del primo ordine – il numero medio di primi figli nati da una donna durante l’età fertile (15-49) – erano 0,86 e 0,73 . Ciò è coerente con il tasso medio di fertilità del primo ordine di Taiwan del 1985-95 di 0,75. Ma i tassi di fertilità totali del 2000 e del 2010 del WPP del 2022 di 1,63 e 1,68 implicano tassi di fertilità del primo ordine fino a 1,15 e 1,03. Tali cifre non sono credibili: il tasso di fertilità di primo ordine della Cina dovrebbe essere ben al di sotto di 1,0, a causa del tasso di infertilità, fertilità ridotta, bassa probabilità di avere gemelli e numero di famiglie non sposate e DINK (doppio reddito, senza figli).

Come e’ noto, la vaccinazione Bacille Calmette-Guérin (contro la tubercolosi) è obbligatoria in Cina per ogni neonato entro 24 ore dalla nascita, e sappiamo che una media di 1,2-1,5 neonati possono essere vaccinati con una dose di BCG (da un neonato in piccoli ospedali fino a tre nei grandi ospedali). Ad esempio, poiché nel 2010 sono state distribuite 11,54 milioni di dosi di BCG e il censimento del 2010 ha mostrato 13,79 milioni di persone di 0 anni, è stata vaccinata una media di 1,2 neonati per dose.

Nel 2018, 2019 e 2020, il numero di dosi di BCG distribuite è stato rispettivamente di 6,21 milioni, 5,73 milioni e 5,37 milioni. Ciò significa che la popolazione cinese ha iniziato a diminuire nel 2018 (quando i decessi sono stati 9,93 milioni) e suggerisce che presto la Cina ne avrà meno e suggerisce che la Cina avrà presto meno nascite all’anno rispetto a Nigeria e Pakistan. (Questa scoperta è ulteriormente supportata da Baidu Trends – l’equivalente cinese di Google Trends – che mostra un calo degli acquisti relativi ai neonati come abbigliamento premaman, passeggini e culle dal 2018.)

Tuttavia, secondo i dati sulla popolazione del WPP del 2022 per il 2018, 2019 e 2020, ciascuna dose di BCG avrebbe dovuto essere estesa rispettivamente a 2,7, 2,6 e 2,5 neonati. Cosa che sfida il buon senso medico.

Cosa suggericono queste discrepanze?  Fortunatamente, un’enorme fuga di notizie da parte del dipartimento di polizia di Shanghai lo scorso giugno aiuta a demistificare i dati. Affermando di aver ottenuto dati personali su circa un miliardo di cittadini cinesi, un hacker anonimo ha rilasciato un campione di circa 750.000 record, inclusi i dati di registrazione delle famiglie di 250.000 persone di tutte le età. I dati del campione sono altamente dispersi e casuali, e coprono quasi tutte le contee, comprese le aree remote e scarsamente popolate del Tibet. Tutti sembrano allinearsi ai dati del censimento del 2010 in termini di quote di popolazione per cognome.

Poiché il campionamento non è perfettamente uniforme, non è possibile individuare il numero di persone in ciascuna fascia di età a livello nazionale; ma il modello generale della distribuzione per età è coerente con i censimenti passati. Suggerisce che le nascite dopo il 1990 hanno continuato a diminuire più velocemente di quanto avessi previsto, e in effetti non hanno raggiunto un picco nel 2004 o nel 2011. Ciò significa che la popolazione reale della Cina non è 1,41 miliardi (la cifra ufficiale) e potrebbe essere persino inferiore alla mia stima di 1,28 miliardi. Significa anche che le politiche economiche, sociali, estere e di difesa della Cina, così come quelle degli Stati Uniti e di altri paesi nei confronti della Cina, si basano su dati demografici errati.

L’invecchiamento inaspettatamente rapido sta rallentando l’economia cinese, riducendo le entrate e aumentando il debito pubblico, con le province che quest’anno tagliano i salari dei dipendenti pubblici e gli investimenti nelle infrastrutture. Chiaramente, la base della popolazione che ha sostenuto l’espansione strategica della Cina è scomparsa.

La Cina adeguerà la sua strategia e cercherà migliori relazioni con l’Occidente, o seguirà la Russia nel disperato tentativo di minare l’ordine globale? La prima opzione è ovviamente nell’interesse sia della Cina che dell’Occidente, anch’esso alle prese con una crisi di invecchiamento che richiederà di perseguire una contrazione strategica. La seconda è una formula infallibile per un declino prolungato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: