Categorie
China Senza categoria

WeChat Privacy policy e Censura

WeChat è la piattaforma di messaggistica più utilizzata in Cina.

Praticamente ogni cinese che ha un cellulare usa WeChat per scambiare messaggi con i propri contatti, Pubblicare Post, video e foto, comprare con WeChat Pay, gestire il proprio business on line, prenotare voli aerei, treni hotel e vacanze, richiedere documenti pubblici e interagire con la pubblica amministrazione, gestire il proprio conto corrente on line e usufruire di numerose altre funzionalità e giochi. WeChat è la vita per i Cinesi, e non possono fare senza! financo gli accattoni usanno WeChat per raccattare qualche offerta!

E’ un social network geniale e funziona molto meglio di WhatsApp! è facile da usare e ti cattura molto più di WhatsApp, Facebook e Instagram messi insieme!

Questa App onnipresente è la porta di accesso del governo cinese alla mente dei propri cittadini!

Leggendo la Privacy Policy scoprirete che nulla è criptato! il governo ha accesso a tutto il database di WeChat per controllare le reti di relazione e sorvegliare cosa scrivono, dicono, postano gli utenti. (Il bello è che Michele Geraci, sottosegretario al MISE, lo ha imposto a tutti i suoi collaboratori! probabilmente Geraci è più fedele a Xi Jinping che a Di Maio).

Nella nuova versione di WeChat appena rilasciata per iscriversi bisogna oltre a verificare la propria identità anche registrare la propria impronta vocale.

lo Smartphone e WeChat sono lo strumento primario della sorveglianza del governo Cinese! Subito dopo abbiamo le telecamere, presenti ovunque anche nei bagni dell’Università e i delatori!

WeChat che tutto sente e vede e sa non permette di essere liberi! il controllo serve innanzi tutto a prevenire che la gente si organizzi, eliminando sul nascere ogni voce contraria o lievemente critica dell’operato del governo. Financo Winnie the Pooh non ha posto nella App da quando è stato associato per burla a Xi Jinping!

Io per esempio ho provato a mettere come Display Picture la famosa foto del Tank Man. Non ha resistito nemmeno due ore, non riuscendo a capacitarmene ho ripostato l’immagine, stavolta è rimasta on line mezz’ora o forse meno!

Al momento sto provando a postare una foto di me col Dalai Lama, vediamo quanto durerà.

Aggiornamento: La foto del Dalai Lama, anche se camuffata e fotoshoppata, non ha superato la censura di WeChat! non è andata online nemmeno un attimo! Speriamo che la Polizia non venga a prendermi per queste innocenti provocazioni.

PS: ho parlato della vicenda con i miei amici italiani che vivono in Cina da anni! mi hanno detto che sono matto e che sto rischiando molto! Una di loro mi ha attaccato con toni allarmati dicendo che lei deve vivere quì per annni mentre io me ne andrò presto e che non vuole avere problemi! quindi mi pregava di eliminarla dai contatti WeChat. Pensavo con questo atto di acquisire ammiratori e invece ho solo provocato reazioni fobiche! Speriamo che non mi vada a denunciare alla Polizia per aumentare il suo social rating.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.